“Non ti curar di loro, ma guarda e passa”

Mi accorgo, giorno dopo giorno, che c’è moltissima gente cattiva.

Proprio oggi mi è capitato di imbattermi in uno strano individuo. Un personaggio estremamente strano che dall’alto del suo immeso partimonio economico si permette di trattare la gente Normale in un modo a dir poco malefico.

In questi casi mi chiedo perchè esista questa gente sulla faccia della terra, perchè io devo vedere davanta ai miei occhi scene bizzarre ed inquitanti come quelle che accadono quando questi soggetti incontrano persone che nn sono state fortunate come loro.

Mi chiedo perchè il più delle volte anche la gente che è a guardare l’orrido “spettacolo” è lì ferma, con una faccia inutile persa nel vuoto con ghigni di ogni tipo.

Purtroppo sono arrivato ad una conclusione che nn è delle migliori….

Questo schifo nn mi piace e nn mi piacerà mai!

Questa gente nn mi piace, sia coloro che si pongono su un piedistallo, sia gli IGNAVI.

Proprio parlando di ignavi, mi viene in mente il celebre verso della Divina Commedia di Dante: “Non ragioniam di loro, ma guarda e passa”, o come na variante recita,” non ti curar di loro, ma guarda e passa”.

Nel Canto III, Virgilio guida Dante descrivendo gli “ignavi”, cioè i vili, “coloro che visser senza ‘nfamia e senza lodo”:

“Fama di loro il mondo essere non lassa; misericordia e giustizia li sdegna: non ragioniam di loro, ma guarda e passa”.

Io come Dante ho una pessima opinione di coloro che per viltà non si schierano, i neutrali.

y1px_pImmhevqGZy5N_ziOaibd6vF_XObm53o80MpC66djzn0rZzFIgYseu9uDNQ6ptd5T4_TJlleg.jpg

3 pensieri su ““Non ti curar di loro, ma guarda e passa”

  1. Grande! :-)

    si sa che l’1% della popolazione mondiale detiene oltre la metà delle ricchezze generali..l’1% di quasi 7 miliardi di persone nel mondo sono 70 milioni, un numero esiguo di gente. Come se il popolo italiano comandasse sul resto del mondo..robe da matti..appunto.

    Albert Einstein ha detto «L’umanità avrà la sorte che saprà meritarsi.»

    Credo che gli indecisi, così come gli ignari, siano un reale deterrente al cambiamento. Probabilmente l’ostacolo maggiore ad un mondo migliore.

    Ciao

Lascia un Commento