Natale all’estero

Per tutti coloro che amano le vacanze oltreoceano, New York è sicuramente una meta ricca di fascino e suggestioni e sotto il periodo natalizio si riempie di rituali e feste tipiche di una città ampliamente cosmopolita.

Tanti sono i nomi con cui questa città è stata chiamata: l’ombelico del mondo, la Grande Mela, Gotham City, la città che non dorme mai, la capitale del mondo: è certamente una fra le città più importanti ed uno fra i maggiori centri finanziari del mondo. Per rendere atto di quanto New York sia internazionale basti pensare che conta oltre 8 milioni di abitanti.

In questa città ci sono sempre e comunque cosa da vedere, da fare e suggestioni da seguire: 350 teatri, 150 musei, 500 gallerie, 200 grattacieli, centri commerciali che occupano interi isolati, nessun altra città può competervi per la sua varietà di ristoranti.

Ed è qui che sotto il periodo di Natale prendono vita le immagini che tanto conosciamo: Santa Claus riceve i bambini in tutti i centri commerciali, parate lungo le strade con feste e animazioni; e ancora musei aperti e tanti tanti ristoranti cui fare riferimento sia per i pranzi e le cene che per il veglione di capodanno, che a New York viene festeggiato con centinaia di performance pirotecniche che illuminano tutti i distretti.

Per tutti gli italiani che si mettono in viaggio per le feste natalizie verso New York, uno dei quartieri da visitare è sicuramente Littel Italy che si trova nella parte meridionale di Manhattan a ridosso con Chinatown, a capodanno le festività di tradizione italiana si mescolano con le parate del capodanno cinese in un turbinio di suoni e canti e rumori di vario genere.

Sarebbe inutile citare le quantità di cose che offre una città come New York, basti pensare che il MAM (Modern art Museum) non chiude mai i battenti in una fusione di raffigurazioni sensazionali. Per chi si sente nostalgico anche in vacanza la parte di Mulberry Street, lungo la quale si allineano i negozi italiani (in particolare i ristoranti), tra Broome Street e Canal Street, offre una quantità di locali in cui ballare, ascoltare buona musica, mangiare e bere dei cocktail il tutto attraverso l’occhio che l’America ha di noi.

Ma è nel quartiere di Brooklin e Staten Island che si potranno osservare le contaminazioni più originali delle festività natalizie, luci caleidoscopiche lungo le strade, piste da pattinaggio, locali aperti ad ogni ora del giorno e della notte, taxisti con i Babbo Natale appesi al cruscotto, che accompagneranno chiunque lungo le vie risuonanti canti natalizi.

C’è solo l’imbarazzo della scelta, in una città come New York sul cosa fare e il dove andare, il quartiere di Brooklin ospita centinaia fra teatri e sale da cabaret in cui poter assistere alle esibizioni di artisti internazionali e locali, performer, cantanti, ballerini; e il musical di Broadway gode della sua stagione a New York con sensazionali spettacoli.
rockefeller-center-picture-2.jpg

Natale all’esteroultima modifica: 2008-11-26T19:54:26+00:00da tonytony12
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Natale all’estero

Lascia un commento